Ascensori per disabili: consigli utili per una scelta consapevole
30
Giu

Ascensori per disabili: consigli utili per una scelta consapevole

Ascensori, In evidenza

Se state pianificando l’installazione di un ascensore per disabili all’interno del vostro edificio, è bene ricordare come questa importante soluzione per il superamento delle barriere architettoniche debba essere adeguatamente ponderata con l’ausilio di personale esperto, che possa permettere al proprietario e al fruitore del condominio / fabbricato, di poter individuare la scelta ottimale per massimizzare i benefici derivanti dall’impiego di tale sistema per la mobilità verticale, necessario per poter superare in autonomia i dislivelli di piano.

 

Ascensore o mini-ascensore?

Nell’ipotesi in cui non si tratti di nuova costruzione, bensì di intervento all’interno di un condominio esistente, spesso la scelta ricade tra due distinte alternative: l’ascensore, o il miniascensore.

Come intuibile, e come facilmente riscontrabile nella realtà dei fatti, gli interventi successivi alla realizzazione originaria dell’edificio sono generalmente indirizzati verso la soluzione del miniascensore, impianto di mobilità che – grazie a ingombri minimi – può essere progettato, realizzato e installato anche in spazi ridotti, aggirando pertanto il presumibile ostacolo che ne ha impedito l’installazione in epoca precedente.

I moderni mini-ascensori rappresentano infatti una classe di impianti in grado di adattarsi a qualsiasi contesto ambientale, senza pregiudicare spazi di manovra, capienze interne e estetica: la collezione di mini-ascensori di Gruppo Millepiani è un chiaro esempio di come sia possibile optare per una soluzione comoda e soddisfacente anche sotto il profilo dell’integrazione estetica, con un mix di qualità e prezzo che non teme paragoni.

 

Qualche valutazione preventiva

Una volta chiarito se sia più conveniente installare un ascensore o un miniascensore, occorrerà altresì effettuare una serie di ulteriori valutazioni insieme al personale esperto di Gruppo Millepiani, valutando congiuntamente gli aspetti di natura giuridica e tecnica che potrebbero vincolare una buona parte delle opzioni a disposizione.

In particolare, per quanto concerne l’installazione di un impianto di ascensione per disabili, ci si può riferire al materiale normativo originato dalla l. 13/1989, che disciplina le disposizioni utili per poter favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche. I vincoli di legge potranno dunque ben guidare la necessità di installare un mini-ascensore all’interno o all’esterno dell’edificio (dunque, nel vano-scala o in altro spazio comune adiacente, o in zona confinante con i muri condominiali), e di conseguenza anche la possibilità di eseguire le opere necessarie e accessorie.

Ricordate altresì che per poter effettuare dei lavori di questa tipologia, occorrerà avanzare apposita istanza scritta all’assemblea condominiale, in maniera tale che possa essere deliberata positivamente. In tal merito, si tenga tuttavia conto come diversa esperienza giurisprudenziale abbia di fatto legittimato il diritto alla realizzazione di un ascensore per disabili nei condomini, anche quando non si raggiunga la maggioranza richiesta dalla l. 13/1989.

Al di là di fattispecie specifiche, il nostro consiglio rimane quello di valutare attentamente ogni possibile scelta con l’aiuto dei tecnici specializzati di Gruppo Millepiani, in grado di effettuare preventivi e sopralluoghi gratuiti utili per poter accompagnare il proprietario (o i proprietari) dell’immobile nei confronti della migliore opera di investimento per il valore del proprio edificio.



Potrebbero Interessarti


Richiedi un preventivo gratuito

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Seleziona Provincia (richiesto)

Azienda (richiesto)

Messaggio

* Consenso Privacy secondo la Privacy Policy