Come funziona un ascensore? Ti aiutiamo a capirlo in pochi semplici passi
17
Apr

Come funziona un ascensore? Ti aiutiamo a capirlo in pochi semplici passi

Ascensori

Gruppo Millepiani progetta e produce una vasta gamma di ascensori. L’offerta spazi dai modelli di base per edifici residenziali a quelli più strutturati e complessi per edifici commerciali, o trasporti pubblici, con manovra universale, simplex, multiplex, da 0,15m/s fino a 3,0m/s, idraulici o gearless a magneti permanenti. Nei prossimi paragrafi vedremo come funziona un ascensore. Una prima importante differenza tra i vari impianti che servono al trasporto verticale delle persone è il tipo di trazione utilizzata, elettrica, cioè a fune, o idraulica, ovvero oleodinamica. Prima di parlare di come funziona un ascensore, dunque, è opportuno capire se ci troviamo di fronte all’uno o all’altro tipo di ascensore.

I componenti di un ascensore

Gli ascensori sono dei sistemi piuttosto semplici da descrivere. Comprendere come funziona un ascensore non è un argomento troppo complesso. Strettamente legato al funzionamento di questi impianti a trazione verticale è la descrizione dei componenti di un ascensore, sia esso elettrico o oleodinamico. La cabina è collegata a una fune/pistone e viene sollevata grazie a una spinta (elettrica o idraulica). L’argano, il macchinario di sollevamento, a trazione elettrica, trasmette il movimento di salita o discesa desiderato. Nel caso di un sistema oleodinamico, la salita della cabina è resa possibile grazie alla pressione dell’olio sui pistoni. Il cilindro conseguentemente si estende, provocando l’innalzamento dell’argano. La discesa di contro avviene grazie alla gravità. La caduta sarà controllata sempre dalla pressione dell’olio.

Come funziona un ascensore oleodinamico

Entriamo maggiormente nei dettagli. Abbiamo visto, in via generale, come funziona un ascensore. Se si tratta di un impianto idraulico, detto anche oleodinamico, stiamo parlando di una delle più diffuse modalità di elevazione della cabina degli ultimi tempi. Gruppo Millepiani dispone di vari modelli legati a questa tipologia. Ma come funziona un ascensore oleodinamico? La cabina è collegata a un sistema formato da cilindri e pistoni. In tale sistema viene immesso dell’olio minerale in pressione, con portata personalizzabile attraverso una valvola. Ogni volta che la cabina sale di un piano, la pompa idraulica spinge il liquido all’interno del cilindro: lo stelo viene esteso, ottenendo il movimento desiderato. La discesa della cabina, invece, ha luogo tramite forza di gravità, con velocità controllabile gestendo il deflusso dell’olio dal cilindro.

Come funziona il motore di un ascensore

Pertanto, quando ci si chiede come funziona un ascensore, bisogna valutare il tipo di trazione che lo contraddistingue. Un impianto di sollevamento verticale può essere elettrico o oleodinamico, di conseguenza questo influisce nel funzionamento del sistema, a partire da una componente fondamentale. La domanda a cui occorre rispondere è come funziona il motore di un ascensore. Nel caso di un motore elettrico, questo, in cima all’edificio, fa girare una ruota attorno a cui scorrono dei cavi di acciaio. A essi sono appesi da una parte la cabina e dall’altra un contrappeso (che pesa circa il 40% più della cabina). Nel sistema a trazione oleodinamica, il motore sta in basso e aziona una pompa, spingendo un fluido in un pistone, che solleva la cabina. Quando l’ascensore scende, il pistone si svuota lentamente del fluido.

, ,



Potrebbero Interessarti


Richiedi un preventivo gratuito

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Seleziona Provincia (richiesto)

Azienda (richiesto)

Messaggio

* Consenso Privacy secondo la Privacy Policy