Le dimensioni dell’ascensore possono fare la differenza
8
Feb

Le dimensioni dell’ascensore possono fare la differenza

Ascensori

Le dimensioni dell’ascensore fanno una grande differenza tra i vari modelli in commercio. Lo dimostra Eplanet di Gruppo Millepiani, un elevatore ergonomico perfetto per un contesto domestico o per l’ufficio. Nato dal programma SEP (Save Energy Program), questo modello è il frutto di una costante ricerca. Le dimensioni per questo ascensore si attengono rigorosamente ai parametri fissati dalla legge e rendono lo spostamento in verticale agevole per chiunque. La realizzazione di questo elevatore è stata finalizzata principalmente alla riduzione degli assorbimenti energetici. In talune condizioni, Eplanet è in grado di produrre energia (optional) restituendola alla rete elettrica affinché altri apparati elettrici la possano utilizzare. Scopri tutte le sue caratteristiche qui.

Dimensioni dell’ascensore: perché contano

Le dimensioni dell’ascensore sono un parametro importante di cui tenere conto in fase di realizzazione per rispettare la normativa vigente. Sono altrettanto determinanti anche in quella di acquisto, al fine di dotarsi di un impianto sicuro e garantito. Rivolgiti solo a una ditta seria e referenziata: prendi contatti con lo staff di Teampower. Le dimensioni dell’ascensore devono rispettare dei valori stabiliti per legge e devono essere tali da consentire l’accesso ai disabili. Possono variare solo in base ad alcuni parametri, nei casi previsti dalla legge, per esempio a seconda che l’installazione avvenga in un nuovo edificio o in un immobile già esistente.

Misure dell’ascensore: come regolarsi

Le dimensioni dell’ascensore devono essere a norma di legge e devono garantire l’accesso ai piani e la mobilità a tutti, anche a coloro i quali riscontrino problematiche nella deambulazione. Le misure dell’ascensore, installato in un contesto residenziale o in uno aziendale, sono definite da precise regolamentazioni. Le disposizioni normative riguardano, in particolare, le dimensioni della cabina, l’illuminazione e la larghezza della porta. I testi legislativi che sanciscono quali sono le dimensioni precise che un ascensore deve avere per essere a norma disabili sono due: D.P.R.503 del 24 luglio 1996 valido per tutta Italia, esclusa la Regione Lombardia e la legge regionale n.6 del 20 febbraio 1989 valida solo per la Lombardia.

Dimensioni minime dell’ascensore: quali sono i parametri?

Le dimensioni dell’ascensore devono rispettare alcuni criteri fissati per legge. I modelli possono variare soprattutto in base all’edificio in cui vengono installati. Nel caso dell’installazione in un palazzo di nuova costruzione, le dimensioni minime dell’ascensore (4 persone, portata di 350 kg al massimo), devono essere 800 x 1200 mm per l’interno cabina, 1400 x 1600 mm per il vano interno, 750 mm per la luce delle porte automatiche, 1500 mm per la fossa. Se si tratta di elevatori in nuovi edifici residenziali (6 persone, 480 Kg) le dimensioni devono essere di almeno 950 x 1300 mm per l’interno cabina, 1500 x 1700 mm per il vano interno, 800 mm per la luce delle porte automatiche e 1500 mm per la fossa. Guarda le offerte del Gruppo Millepiani.

 

, ,



Potrebbero Interessarti


Richiedi un preventivo gratuito

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Seleziona Provincia (richiesto)

Azienda (richiesto)

Messaggio

* Consenso Privacy secondo la Privacy Policy