Quali sono i principali obblighi relativi alla manutenzione dell’ascensore?
13
Feb

Quali sono i principali obblighi relativi alla manutenzione dell’ascensore?

Manutenzione

Il tema della manutenzione degli ascensori è fondamentale ed è legato alla corretta gestione di un impianto di ascensione e di mobilità verticale. Ma che cosa prevede la normativa vigente in materia? Quali sono gli obblighi e le linee guida fornite dalla legge riguardo alla manutenzione degli ascensori, in via ordinaria? La norma di riferimento è l’art. 15 del dpr 162/99, il quale stabilisce l’obbligo, a carico del proprietario di un ascensore, di affidare la manutenzione dell’impianto a una figura professionale che sia munita di un certificato di abilitazione o a una ditta specializzata.

I contratti di manutenzione degli ascensori

La manutenzione degli ascensori, pertanto, è un obbligo stabilito dalla legge almeno per quel che riguarda le operazioni ordinarie. Pertanto un impianto non va utilizzato se, a monte, non vi sono accordi ad hoc con una ditta abilitata a intervenire. Nell’oggetto dei contratti di manutenzione degli ascensori dovrebbe essere ben specificata la tipologia di manutenzione che viene garantita dall’impresa incaricata e quali sono le prestazioni effettivamente fornite. Sul mercato italiano i modelli contrattuali in tale campo sono riconducibili a tre tipologie fondamentali: manutenzione ordinaria o semplice, manutenzione semicompleta o semitotale e manutenzione completa e totale, a seconda dei servizi e delle prestazioni fornite. Informati sulle prestazioni fornite dal Gruppo Millepiani.

La manutenzione degli ascensori condominiali

Qualunque sia il contratto sottoscritto con la ditta incaricata, la manutenzione degli ascensori deve servire a verificare il corretto funzionamento dell’impianto di elevazione e di tutte le sue componenti principali in via preventiva. Per la manutenzione degli ascensori condominiali a livello ordinario, il tecnico deve procedere al compimento delle attività sopra elencate con una frequenza minima di una volta ogni sei mesi, fissata dalla legge che richiede di rispettarla in modo tassativo. L’incaricato dovrà prestare particolare attenzione per le porte dei piani, per le serrature, per lo stato di conservazione delle funi e provvedere a riparazione e sostituzione di pezzi guasti. Saranno effettuate anche le comuni operazioni di pulizia e di lubrificazione delle parti.

Le verifiche periodiche agli ascensori

La manutenzione degli ascensori deve essere eseguita entro tempi stabiliti. Come si è visto, mentre per la manutenzione preventiva la legge non indica una frequenza precisa, per le verifiche periodiche degli ascensori, rispetto all’integrità, all’efficienza e alla sicurezza di tutti i suoi dispositivi, il legislatore ha fissato una scadenza minima da rispettare, ovvero una volta a semestre. Per tali motivi, sarebbe opportuno fissare con il manutentore un calendario di visite, che tenga conto non solo delle verifiche richieste dalla normativa in materia. Ma anche di un controllo preventivo delle caratteristiche tecniche dell’impianto, dal suo stato di conservazione, dalle altre condizioni e dall’intensità di utilizzo.

 

 

, , ,



Potrebbero Interessarti


Richiedi un preventivo gratuito

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Seleziona Provincia (richiesto)

Azienda (richiesto)

Messaggio

* Consenso Privacy secondo la Privacy Policy