Perché è importante  la manutenzione degli ascensori?
13
Mag

Perché è importante la manutenzione degli ascensori?

Agevolazioni e normativa, Ascensori, In evidenza, Manutenzione, Modernizzazione

L’ascensore rappresenta un impianto fondamentale per ogni edificio pubblico o privato. Tuttavia, nonostante siano ben chiari i vantaggi del poter disporre di un buon ascensore regolarmente funzionante (basti considerare cosa accade quando l’ascensore è rotto, e i condomini o gli utenti di uno spazio pubblico si trovano a fronteggiare i correlati ostacoli!), non sempre i responsabili della struttura dedicano la giusta attenzione e gli opportuni sforzi al suo buon funzionamento. Cerchiamo allora di riepilogare tutto quello che c’è da sapere sulla manutenzione degli impianti.

 

Manutenzione ordinaria, cosa prevede la legge

 

L’art. 15 DPR 162/99 prevede che il proprietario debba affidare la manutenzione ordinaria degli ascensori a personale dotato di certificato di abilitazione, o ditta specializzata. Dunque, fin da tale premessa, è opportuno ricordare che l’ascensore non deve essere utilizzato se, a monte, non vi sono gli opportuni accordi con una società abilitata a norma di legge a intervenire in manutenzione preventiva e ordinaria. Con quali differenze? Ecco le principali:

 

  • Manutenzione preventiva: l’obiettivo della manutenzione preventiva è quella di verificare il corretto funzionamento dell’impianto di elevazione, e di tutte le sue componenti principali (si pensi, ad esempio, alle serrature, alle porte, alle funi, e così via). La legge non prevede il rispetto di specifiche temporalità e, dunque, il tutto è legato all’effettiva necessità di periodica revisione dell’impianto stesso.
  • Manutenzione ordinaria: il tecnico dell’ascensore deve inoltre procedere al compimento di attività di verifica dell’integrità e dell’efficienza di tutti i dispositivi e delle componenti da cui deriva la sicurezza dell’ascensore. Per questa seconda tipologia la legge ha stabilito una frequenza minima (una volta almeno ogni sei mesi), da rispettare in maniera tassativa.

 

Il ruolo del buon manutentore

 

Da quanto sopra dovrebbe pertanto rendersi palese quanto sia importante il ruolo del manutentore per poter garantire un corretto utilizzo dell’ascensore. Ma cosa fa, nel dettaglio, il tecnico abilitato?

 

In parte, abbiamo già ricordato. Il manutentore deve infatti effettuare a manutenzioni ordinarie semestrali e manutenzioni preventive, verificando pertanto le condizioni di sicurezza e di solidità dell’uso dell’impianto di ascensione. Il manutentore dovrà inoltre stilare un piano di manutenzione programmata, all’interno del quale indicherà il numero di visite di manutenzione preventiva necessarie per poter assicurare il corretto funzionamento dell’impianto e, conseguentemente, la sicurezza di chi lo usa. Ulteriormente, al tecnico abilitato spetterà il compito di intervenire tempestivamente nelle ipotesi di guasto e effettuare sostituzioni di eventuali componenti malfunzionanti.

 

In tal proposito, rileviamo come di norma le operazioni di manutenzione vengano effettuate dalla stessa società che ha installato l’impianto. Nulla vieta, tuttavia, di cercare un tecnico abilitato più efficiente ed esperto, nel caso in cui non ci si ritenga sufficientemente soddisfatti del servizio ricevuto. È importante – considerata l’importanza che l’attività di manutenzione riveste per la fruizione corretta dell’impianto – assumere le opportune informazioni sul tecnico, sulle sue competenze e sulle disponibilità contrattuali.



Potrebbero Interessarti


Richiedi un preventivo gratuito

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Seleziona Provincia (richiesto)

Azienda (richiesto)

Messaggio

* Consenso Privacy secondo la Privacy Policy