Ascensore o montacarichi?
19
Mar

Ascensore o montacarichi?

Ascensori, Montacarichi

Qualunque sia l’edificio, se disposto su più piani, sarà necessario un impianto di elevazione. Ma quale sarà quello più adatto tra quelli proposti sul mercato?

Ebbene, per togliere ogni dubbio, sarà opportuno indagare e rilevare prima di tutto le differenze tra ascensore e montacarichi e, in secondo luogo, anche le differenze tra ascensore e piattaforma elevatrice, argomenti ai quali dedicheremo appositi paragrafi.

Chiaramente, l’obiettivo è quello di indirizzare il cliente ad una specifica scelta consapevole che risponda al meglio alle sue personali esigenze e che tenga conto di tutte le variabili del caso.

Ovviamente, ogni ascensore, montacarichi o piattaforma elevatrice ha le sue peculiarità tecniche e funzionali che, a seconda delle richieste avanzate dall’acquirente, possono risultare più o meno adeguate.

Partiamo subito con la nostra analisi mirata a rilevare le differenze tra ascensore e montacarichi per poi passare alle differenze tra ascensore e piattaforma elevatrice.

 

Differenze ascensore e montacarichi: quali sono?

Tra le principali differenze tra ascensore e montacarichi rileviamo la finalità per la quale essi sono progettati.

Infatti, mentre il primo è realizzato in maniera tradizionale ed è dedicato al trasporto delle persone, il secondo è riservato al trasporto di cose, merci o oggetti.

Non solo, tra le altre differenze tra ascensore e montacarichi, ritroviamo gli ambienti a cui risultano destinati: l’ascensore, infatti, lo si usa soprattutto per i condomini, per i palazzi in cui hanno sede gli enti pubblici, gli uffici ed anche nelle scuole, mentre il montacarichi, dato il suo utilizzo, può essere destinato a centri commerciali, società, aziende ed altro ancora.

 

Differenze tra ascensore e piattaforma elevatrice: facciamo chiarezza!

Se le differenze tra ascensori e montacarichi sono facilmente riassumibili, non tutti – a primo acchito – sono consapevoli delle differenze tra ascensore e piattaforma elevatrice, quest’ultima chiamata spesso ed in maniera errata come il primo.

Partiamo dal fatto che è vero che sia l’uno che l’altra sono predisposti per consentire il superamento di un dislivello.

Nella scelta dell’impianto bisogna tenere conto anche del luogo in cui verrà installato.

Infatti, tra le sostanziali differenze tra ascensore e piattaforma elevatrice c’è una caratteristica principale da considerare: la scelta di un ascensore risulta adatta per contesti caratterizzati da oltre 4 piani e la sua installazione è prevista nei luoghi in cui si assiste ad un’ampia ed importante presenza di persone.

Quindi, centri commerciali, palazzi di uffici e così via saranno luoghi ideali per ospitare un ascensore.

Al contrario, chiamata anche “ascensore domestico” o “mini ascensore”, la piattaforma elevatrice è preferibile che sia installata nel caso, per esempio, di condomini o – più in generale – palazzi che abbiano meno di 4 piani e caratterizzati dalla presenza di un numero limitato di utenti utilizzatori.

Non solo, ma le differenze tra ascensore e piattaforma elevatrice non finiscono qui ed, infatti, il primo è caratterizzato da una velocità maggiore, da un funzionamento automatico, dalla presenza delle porte di cabina rispetto alla piattaforma elevatrice che, invece, può anche non averle e, in questo caso, il pulsante dovrà essere premuto per tutta la durata del trasporto.

Inoltre, la fossa prevista per questa tipologia ha chiaramente una profondità inferiore rispetto a quella di cui necessita l’ascensore.

 

Perché avere un impianto elevatore?

Qualunque esso sia, all’interno del proprio palazzo sarà sempre preferibile predisporre l’installazione di un impianto elevatore perché contribuisce ad aumentare il valore dello stabile a cui è destinato e permette di usufruire delle detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni.

Tra l’altro, qualora si trattasse di condominio, la spesa verrebbe ripartita tra i condomini in base alle specifiche che riguardano i millesimi.

 

Gruppo Millepiani S.p.A: soluzioni personalizzate per ogni esigenza

È chiaro che la migliore soluzione deve essere studiata ad hoc ed il gruppo Millepiani mette a disposizione le sue competenze e i suoi professionisti per le fasi di progettazione ed installazione, entrambe precedute da appositi sopralluoghi.

La competenza e la professionalità sono al servizio dei clienti e le consulenze sono utili per stabilire quale effettivamente sia la migliore soluzione per l’utente.

Non solo, una volta installato l’impianto scelto sarà necessaria la manutenzione periodica e costante.

Per maggiori informazioni, contatta un Consulente del Gruppo Millepiani S.p.A per valutare le possibili alternative per la tua casa:

 

,



Potrebbero Interessarti


Richiedi un preventivo gratuito

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Seleziona Provincia (richiesto)

Azienda (richiesto)

Messaggio

* Consenso Privacy secondo la Privacy Policy